Analisi Termografiche

La termografia a infrarossi è tra le metodiche non distruttive maggiormente utilizzate nella diagnostica delle patologie edilizie: è una tecnica diagnostica che sfrutta il principio fisico secondo cui qualunque corpo con una temperatura maggiore allo zero assoluto (-273,14 C°, in pratica tutti i materiali che ci circondano) emette energia sotto forma di radiazioni nel campo dell’infrarosso.
termocamera a infrarossi
La termografia a infrarossi viene eseguita mediante dispositivi ottici elettronici (termocamere) che rilevano e misurano la radiazione mettendola in relazione con la temperatura superficiale della strutture.
I principali campi di applicazione nell’edilizia sono:
  • verifica dell’isolamento e individuazione ponti termici
  • verifica delle impermeabilizzazioni e ricerca infiltrazioni d’acqua
  • ricerca tubazioni sottotraccia e perdite termo-idrauliche
  • visualizzazione del percorso di impianti a pavimeto e verifica del corretto funzionamento dei singoli circuiti
  • ricerca delle zone a rischio condensa/muffe
  • analisi del degrado dovuto ad umidità
  • ricerca di elementi costruttivi nascosti e individuazione difetti strutturali

Utilizzo della termografia per ricerca infiltrazioni d’acqua o perdite

Le infiltrazioni d’acqua, provocate ad esempio da una rottura di un pluviale incassato nella parete perimetrale, vengono indagate con la termografia. Con un’indagine termografica è possibile determinare l’esatta posizione in cui si genera la perdita d’acqua, potendo così intervenire puntulamente.
Allo stesso modo, nel caso di una perdita nell’impianto di adduzione/scarico acqua o nell’impianto di riscaldamento, si può individuare immediatamente il preciso punto della fuoriuscita d’acqua.
termocamera a infrarossi

Analisi termografica di una infiltrazione d’acqua su terrazzo di copertura

I commenti sono chiusi